Starcode

 

Categorie

ETICHETTATURA DELLE SOSTANZE E DELLE MISCELE 0 Prodotto

ETICHETTATURA DELLE SOSTANZE E DELLE MISCELE
Il regolamento (CE) n. 1272/2008 CLP (classificazione, etichettatura e imballaggio) adegua la precedente normativa UE al GHS (Sistema mondiale armonizzato di classificazione ed etichettatura delle sostanze chimiche), un sistema delle Nazioni Unite volto a individuare le sostanze chimiche pericolose e a informare gli utenti di questi pericoli. Il GHS è stato adottato da molti paesi in tutto il mondo e ora viene utilizzato anche come base per le norme nazionali e internazionali in materia di trasporto di merci pericolose.

I pericoli che le sostanze chimiche comportano vengono comunicati attraverso indicazioni e pittogrammi standard riportati sulle etichette e nelle schede di dati di sicurezza.

Nuovi termini hanno sostituito quelli obsoleti:
miscele per preparati
"hazardous" (pericolose) per "dangerous" (pericolose)
pittogrammi per simboli
indicazioni di pericolo per frasi di rischio
consigli di prudenza per istruzioni di sicurezza
le avvertenze (ad esempio Pericolo, Attenzione) sostituiscono le indicazioni di pericolo

I nuovi pittogrammi contenuti in un riquadro rosso sostituiranno gradualmente gli attuali simboli di pericolo su sfondo arancione.

Classificazione
Nella maggior parte dei casi, i fornitori devono decidere in merito alla classificazione di una sostanza o miscela, attuando la procedura denominata autoclassificazione.
In alcuni casi, la decisione sulla classificazione di una sostanza chimica è adottata a livello di UE per garantire un'adeguata gestione dei rischi. Solitamente questo avviene per le sostanze più pericolose: cancerogene, mutagene, tossiche per la riproduzione o sensibilizzanti delle vie respiratorie, biocidi o prodotti fitosanitari. Tutte le classificazioni delle sostanze armonizzate in passato conformemente alla normativa precedente (direttiva sulle sostanze pericolose) sono state convertite nelle classificazioni armonizzate ai sensi del regolamento CLP. I fornitori sono obbligati ad applicare tale classificazione ed etichettatura armonizzate.

Punti chiave
♦ Cercare nuove etichette e schede di dati di sicurezza (SDS)
♦ Formare i lavoratori affinché comprendano e riconoscano le nuove informazioni riportate sulle etichette
♦ Verificare che l'uso della sostanza o miscela sia riportato nelle SDS e che non sia sconsigliato
♦ Seguire le indicazioni fornite sulle nuove etichette e nelle schede di dati di sicurezza
♦ Verificare se la classificazione è stata modificata
♦ Valutare i rischi per i lavoratori e aggiornare le valutazioni dei rischi sul luogo di lavoro, se necessario
♦ Per i datori di lavoro, comunicare tali modifiche ai lavoratori
♦ In caso di domande circa la nuova etichetta o scheda di dati di sicurezza, rivolgersi al proprio fornitore

Etichettatura
I fornitori sono tenuti a etichettare una sostanza o miscela contenuta in un imballaggio ai sensi del regolamento CLP prima di immetterla sul mercato quando:
una sostanza è classificata come pericolosa;
una miscela contiene una o più sostanze classificate come pericolose al di sopra di una determinata soglia.

Inventario delle classificazioni e delle etichettature
L'inventario delle classificazioni e delle etichettature è una banca dati contenente informazioni di base sulla classificazione e l'etichettatura di sostanze notificate e registrate ricevute da fabbricanti e importatori. Tale inventario contiene anche l'elenco delle classificazioni armonizzate giuridicamente vincolanti (allegato VI al regolamento CLP). Questa banca dati è istituita e mantenuta dall'ECHA.
Gli Stati membri, i fabbricanti, gli importatori e gli utilizzatori a valle possono proporre l'armonizzazione della classificazione e dell'etichettatura di una sostanza in tutta l'Unione europea. Diverse informazioni, inoltre, saranno disponibili nell'inventario. Il regolamento CLP presenta forti nessi con il regolamento REACH.

Contattaci per ulteriori informazioni tel.: 011 19829980 email: info@starcode.it

Non ci sono prodotti in questa categoria.